Cosa NON devi aspettarti dall’acquaticità neonatale!

Ciao, oggi come si legge nel titolo, voglio parlarti di cosa non devi aspettarti nel mio percorso di acquaticità neonatale.

Sono cose che già sai, ci mancherebbe, ma a volte è meglio sottolineare alcuni aspetti importanti..

La nostra società ci porta ad avere, bambini che fanno modelli, bambini super preparati, bambini che devono camminare subito, parlare subito, usare un tablet subito..

Ecco tutto questo non va bene!

Per farti capire hai mai visto il programma little miss america?

little-miss-america-

 

 

 

 

 

 

 

Bambine sottoposte a trucco e ad altri rimedi vari più o meno sani, per renderle subito adulte, sottoponendole in un’età che dovrebbe definirsi spensierata, ad una pressione fortissima di raggiungere il risultato, per non deludere i genitori, che gli fanno pesare tutti i sacrifici che fanno per portarle ai concorsi, o ancora spingendole in competizione da subito, bambine agguerrite e senza scrupoli, con un unico obiettivo, la vittoria!

Dove le porterà tutto questo in età adulta? Ad una vita sana, spensierata e senza problemi? Io non credo..

Probabilmente ti starai chiedendo cosa diavolo c’entra con l’acquaticità neonatale tutto questo!

Beh il nesso c’è e ora ti spiego tutto.

Può capitare a volte che alcuni genitori, vedono nei loro bimbi progressi minori rispetto a gli altri nel gruppo.

Ecco prima di pensare che il tuo bambino abbia qualche problema, ci sono dei fattori da prendere in considerazione:

  • Stanchezza
  • Mal di denti
  • Mal di pancia
  • Fame
  • Sonno
  • Giornata "negativa"

Può succedere per tutte queste ragioni che il bambino, in acqua vuole solo rilassarsi quindi tende a muoversi poco o per nulla, resta fermo e si fa trasportare, per loro è una sensazione bellissima, rilassati e trasportati dalla propria mamma o dal proprio papà cosa c’è di più bello? Anche se magari ha mal di pancia o è un po’ teso, in acqua si rilassa e così che dobbiamo affrontare questa la lezione , un momento di relax per il nostro cucciolo.

I bambini hanno questa fantastica possibilità che non noi abbiamo, sono liberi di decidere quello che vogliono fare in quel preciso momento.


Io x caso ho visto su fb la pagina sponsorizzata di bimbi in acqua.....stavamo pensando a qualcosa per far avvicinare il nostro cucciolo al mondo acquatico ma la grande piscina ci faceva un pò "paura" specialmente per la presenza di molte persone nello spogliatoio oltre alla quantità di bimbi in acqua, gli orari che coincidevano con le poppate e le esperienze negative delle altre mamme.....ed eccoci qui...Monica Filippini è fantastica coi piccolo, vasca piccola e acqua caldissima e pochi bimbi, il giusto equilibrio per far sentire i piccoli a loro agio, spogliatoi adeguati alle esigenze delle mamme e orari "su misura" praticamente il TOP!!! Bravissimi!!



Simona


Ho scelto voi perché un'amica che porta la sua bimba mi ha parlato bene...mi piace il fatto che siamo pochi per volta, che siamo solo noi mamme nello spogliatoio e che la temperatura di acqua e struttura è ideale per i piccoli. E ovviamente Monica è bravissima!



Valeria


Struttura consigliata da ns osteopata soprattutto x la temperatura di acqua e ambiente. Altre strutture troppo grosse x bimbo così piccolo troppo caos altra gente che va in palestra/piscina....



Mara

Ci tengo molto a chiarire questa cosa, l’acquaticità neonatale non è competizione, non è una gara a chi è più bravo o a chi reagisce agli stimoli, tutti i bambini e dico tutti avranno benefici dall’acquaticità a lungo termine, ma solo se, come in tutte le cose, esiste la costanza di seguire il percorso.

E’ come la scuola, o qualsiasi altra attività, se non esiste una perseveranza difficilmente avremo risultati importanti, non si può andare in bicicletta il primo giorno con le rotelle e poi pretendere di togliere l’indomani..

Ma aspetta non penserai che abbia scritto un articolo solo per dirti cosa non aspettarti.

Ora vediamo cosa ti devi aspettare dall’acquaticità neonatale

Dobbiamo aspettarci che i nostri bambini stiano bene in acqua, si divertano con gli altri bambini e con i loro genitori. A volte si muovono, a volte si rilassano, a volte vogliono stare su un tappeto, altre volte vogliono stare in braccio al genitore, a volte vogliono giocare con un semplice bicchiere, altre volte con 10 giochi diversi. Aspettiamoci sorrisi e schizzi, a dire la verità bastano queste due cose, e quando ci sono, si può lavorare con loro per raggiungere i loro piccoli obiettivi.

Lasciamoli liberi di muoversi, quando loro saranno tranquilli e rilassarti vedrete che riusciranno a fare tutti gli esercizi proposti, per imparare qualsiasi cosa, ci vuole tempo e i bambini, come sempre ,vi stupiranno!

E’ relativamente importante la motivazione per la quale porti il tuo bimbo in piscina, perché gli fa bene? Perché lo stimoliamo in un ambiente diverso fin dalla tenera età? Per farlo sentire a suo agio? Per farlo famigliarizzare con un altro ambiente? Per fargli tornare in mente dove è stato per 9 mesi?

Sono tutte motivazioni valide e importanti, ma quello che più conta è rispettare i tempi del bambino, già facendo quello i risultati saranno eccezionali!

Se vuoi prenotare la tua prova gratuita clicca qui sotto

http://www.bimbiinacqua.it/prova-gratuita/

A presto

Monica.